Butterò questo mio enorme cuore tra le stelle un giorno, giuro che lo farò

Tra le centouno cose da fare assolutamente nella vita, per le seguenti sono ormai già a posto:

– scrivere un romanzo ✅ (più di una volta)

– farsi pubblicare un romanzo senza compartecipazione alle spese ✅

– fare una presentazione del proprio romanzo davanti a molte persone ✅

Che poi, devo dirlo, è stato molto emozionante per davvero. Complice uno scrittore serio, Alessandro Cinquegrani, che non incidentalmente è anche un caro amico, i tre quarti d’ora sono passati così veloci che non me ne sono nemmeno accorto; e alla fine mi sono ritrovato a buttare questo mio enorme cuore tra le stelle, proprio, e a raccontare cose molto personali con una leggerezza d’animo che mai avrei creduto possibile. Certe volte, insomma, dopo che ha finito di fare lo slalom tra le cazzate di cui è piena la mia vita, il bambino di otto anni che ero può dirsi moderatamente fiero di me.

Adesso quel libro sarà letto da qualcuno è poi finirà infilato, come è giusto che sia, in qualche libreria più o meno ordinata: vi prego, non mettermi accanto al primo romanzo che vi capita. Se è possibile, se non vi causa troppo disturbo, scegliete una posizione in cui possa star vicino a qualche scrittore che ho veramente amato. Tipo Svevo, per dire.

(Poi, a proposito di Svevo, neanche a farlo apposta qualche giorno dopo sono a Trieste e scopro che il mio è un hotel “letterario” che una volta, tanti anni fa, ha accolto James Joyce. Quindi salgo in camera e scopro che la scrivania è piena di libri, messi a disposizione dei clienti, e la televisione è spenta. Ecco un buon modo per riconciliarsi con sè stessi e richiudere in fretta il buco doloroso che si è aperto nel petto, solo pochi minuti prima)


La canzone della clip è “La donna cannone”, di Francesco De Gregori (1984). La canzone del mio primo bacio, tempo antico che non rimpiango affatto, che parla della speranza di buttare un cuore enorme  tra le stelle. Il mio adesso è proprio lì, in mezzo alle stelle del firmamento, e spero ci rimanga il più a lungo possibile.

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.