Ciao, Enzo

“Io da medico ragiono esattamente così: la vita è sempre importante, non soltanto quando è attraente ed emozionante, ma anche se si presenta inerme e indifesa”.

Enzo Jannacci

(Milano, 3 giugno 1935 – Milano, 29 marzo 2013)

 

(e grazie, Carola)

5 Responses to “Ciao, Enzo”

  1. matteo ha detto:

    Il più grande insegnamento che ho ricevuto da lui è stato che bisogna avere orecchio ,tanto ,anzi parecchio

  2. Renghen ha detto:

    Perchè la vita è sempre un amore di contrabbando.

  3. pendolante ha detto:

    Troppo pochi lo hanno conosciuto, già ella mia generazione, che proprio di primo pelo non è

  4. Gaddo ha detto:

    Per me il suo più grande insegnamento, invece, è questo: se bisogna andar, allora andiamo.

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.