Cosa non va in questo torace (bis)

Paziente di 35 anni, arrivata in pronto soccorso per tosse secca (sic). Nessun dato anamnestico significativo, nessun esame di laboratorio alterato.

A voi la palla, poi vi dico.

17 Responses to “Cosa non va in questo torace (bis)”

  1. mollybloom82 ha detto:

    La sparo (ovviamente non sarò silurata e/o sfottuta fino all’eternità):
    c’è qualcosa che non mi quadra nella trachea/bronchi principali. E’ deviata? Non si vede il bronco di sx?

  2. fede ha detto:

    Sento la mia carriera di dog sitter sempre più concreta…

  3. Sgt ha detto:

    mmm troppo “fresco” per capirci qualcosa sono alla mia seconda settimana! 😀

    troppo “disegnati” sono sti campi polmonari..la cosa più probabile è che lo siano Normali per la giovane età della paziente?!;se patologici penserei a qualcosa che interessa l’interstizio.
    Oppure potrebbe trattarsi di una cosa completamente diversa tipo quella suggerita da mandybloom: magari ste vie un pò “deviate” toccano o stimolano qualche terminazione nervosa quindi tosse secca.

    Chiedo scusa per le bestemmie ahhah

  4. ROSS ha detto:

    Anche a me sembra un problema di interessamento interstiziale…

  5. radioblob ha detto:

    Premettendo che guardo i due radiogrammi con l’iPhone (premessa tipicamente paraculogica), mi pare di notare che la trachea si rastremi in modo anomalo nella metà caudale… Lesione tracheale? Lesione esofagea coinvolgente la trachea? (altro? come aggiungerebbe i il paraculologo?)

  6. scricchina ha detto:

    di certo non si tratta di un “modesto rinforzo del disegno polmonare”
    😛

  7. mollybloom82 ha detto:

    Beh, a questo punto siamo troppo curiosi!!

  8. matteo ha detto:

    Visto l’esito del quiz, come riportato nel post successivo, mi ritengo abbastanza attendibile nel non aver riconosciuto nessuna alterazione patologica nel Radiogramma del torace……

  9. Sgt ha detto:

    @matteo .. non vale dovevi dire Negativo! 😉

  10. Gaddo ha detto:

    Vedete come sono aggressivi i nostri giovanotti? E’ proprio quello che ci vuole, in un paese di mummie come il nostro… 🙂

  11. scricchina ha detto:

    Giovanotta all’appello! 🙂
    Al prossimo quizzone vogliamo subito anche l’Rx in negativo!

    Ah, ma siamo proprio sicuri che se il referto dell’Rx fosse stato negativo dall’inizio, il Pneumologo non avrebbe richiesto la TC?? Ma questa forse è un’altra storia…

  12. Gaddo ha detto:

    @ scricchina

    E invece, mia cara, questo è proprio il nocciolo del problema: il pneumologo, che scemo non è, ha in mano la clinica del paziente e soprattutto, per quanto si diletti a studiare immagini radiografiche, di fronte a un Rx torace ci capirà comunque meno di un bravo specializzando del 1^ anno, in genere si guarda bene dal richiedere completamenti diagnostici non necessari. Però, va da sè, il radiologo la fiducia se la deve meritare con i risultati: e certo, se ci si inventa “rinforzi” che non esistono con pervicace frequenza, il pneumologo farà quello che in genere tutti i clinici fanno, ossia portare il caso all’attenzione del radiologo di cui si fida. Dunque, come sempre, la differenza la farete voi.
    E se io fossi un direttore di scuola avrei due obiettivi obbligati: fare in modo che i miei specializzandi diventino radiologi in grado di influenzare le scelte del clinico, e a volte di determinarle, e poi di trovargli un lavoro adeguato. Che poi le due cose coincidono, spesso, ma questo è un altro discorso.

  13. scricchina ha detto:

    @ Gaddo

    Sarà che mi capita di vedere tante e forse troppe richieste di TC…

    Esempio: giovane donna arriva in pronto soccorso con ematuria macroscopica e senza alcun sintomo… eco negativa… l’ematuria persiste… il giorno dopo il Nefrologo richiede la TC che viene rifiutata dal Radiologo (con annessa litigata tra i due!)… a distanza di poche ore si scopre che l’urinocoltura è positiva (anche se a bassa carica batterica)!!! Dalla vicenda il Nefrologo se ne esce borbottando “e vabbè tutte stè storie per qualche radiazione…”

  14. Gaddo ha detto:

    Ti avviso, la tua carriera lavorativa sarà costellata di richieste del cavolo; e alcuni specialisti richiederanno più richieste del cavolo di altri. Adesso, tanto per fare gli esempi positivi e non quelli negativi, sarà difficile che ematologi o oncologi ti richiedano sciocchezze, e neanche chirurghi di urgenza. Sarebbe bello poter dire lo stesso anche di altri, e di questo te ne sei resa conto da sola. Il che rafforza la visione del radiologo come guida, nel processo diagnostico, e non come mero consulente o erogatore di servizi. Di questo te ne renderai conto nel tempo, però. E molto dipenderà da te, beninteso.

  15. giancarlo ha detto:

    Non c’è forse una palla che si proietta in LL sull ombra cardiaca anteriormente?

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.