ECR 2013

Vienna, ECR 2013.

Mi interrogo sempre più cogitabondo sulla reale utilità di eventi mastodontici come questo: alla fine, l’impressione dominante è che si tratti prevalentemente di una buona occasione per incontrare persone; almeno per chi incontrare persone ha un fine preciso, tipo organizzare o coordinare o altro che il tacer è bello. Il congressone, stringi stringi, è solo un social network.

In più vengo fuori da un’ora di lezione su un argomento H&N e vi giuro che non è venuto fuori nulla che non possa essere letto, più agevolmente, su uno dei numeri di Radiographics. Continuo insomma a essere convinto che la cosa più difficile in occasioni del genere non sia fornire informazioni in quantità rilevante, che sembra la preoccupazione dei più, ma come assemblarle: in questo, ma non ne sono affatto confortato, il congresso europeo non mi sembra per adesso qualitativamente dissimile da quello nazionale.

Resto in fervida attesa, tuttavia.

4 Responses to “ECR 2013”

  1. Peppone ha detto:

    Appero’ il Gaddo congressuale…
    La mia dolce fanciulla, insieme a parte della teppa d’istituto palermitana giungera’ questo pomeriggio…quasi quasi te li scateno contro…

    Ed io qui sul pezzo, a lottare con le richieste piu’ allucinanti (o con la totale assenza delle stesse), sentendo la nostalgia degli infiniti spazi e dei sovraumani silenzi…

    Mangia uno stinco da parte mia !
    Un abbraccio.

  2. pendolante ha detto:

    Il mio posto di lavoro affaccia sul centro congressi del mio ospedale. Raramente partecipo per incompatibilitá professionale, ma é certo che la socialitá di questi eventi é ekevata. I piú importanti poi diventano anche sfilate di moda e occasioni per banchettare. Ma spero poi che i contenuti valgano di piú

  3. Gaddo ha detto:

    @ peppone

    Ho conosciuto molti dei “miei” specializzandi in quel di Vienna. Potevi sguinzagliarmi tranquillamente anche la teppa palermitana! 🙂

    PS Appena riesco, con i tempi permessi dagli impegni lavorativi, guardo il tuo esame.

  4. Gaddo ha detto:

    @ pendolante

    I contenuti valgono sempre di più. La tragedia, nella mia categoria, molto spesso sono i contenitori.

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.