Io non festeggio

Infatti ho chiesto al mio primario di essere di guardia: questo anniversario poteva essere una buona occasione per far luce sulla storia comune dell’ultimo secolo e mezzo, e invece si è scelta ancora una volta la solita, inutile retorica di sempre.

E quindi, a fronte di chi esce sdegnato dal luogo di lavoro perché si intona l’inno nazionale, io nel luogo di lavoro ci entrerò. Nonostante l’inno nazionale.

4 Responses to “Io non festeggio”

  1. decimalegionemas ha detto:

    …giusto x non fare politica….
    88bcm

  2. Gaddo ha detto:

    Questa non è politica ma storia. Storia. La differenza dovrebbe essere sufficientemente chiara anche ai poveri di spirito, quelli che erediteranno la terra. Anzi, il regno dei cieli.
    Ma se anche lo fosse, ribadisco, qui siamo a casa mia. Con ciò che ne consegue.

  3. decimalegionemas ha detto:

    mi riferivo all’uscita dei consiglieri leghisti della lombardia, che non credo rientri già nella storia.
    inoltre vedo che, forse a tuo dispetto, abbiamo molti punti in comune, tra cui la strenua difesa della proprietà privata ed il non aver festeggiato 8 giorni fa.
    strana la vita.
    88bcm

  4. Gaddo ha detto:

    Io invece mi riferivo agli ultimi 150 anni di storia “italiana”: l’uscita di un gruppo di consiglieri da un consiglio regionale, senza scendere in considerazioni specifiche, al confronto mi sembra un evento di rilevanza non straordinaria. Quindi come vedi è solo questione di prospettive storiche, e non politiche; ammesso che sia possibile scindere la politica dalla storia, o qualunque considerazione privata dalla politica, ma questo è un altro discorso.
    Circa la strenua difesa della proprietà privata: è solo un modo educato per suggerire che se i contenuti del blog, da ciò che intuisco, non ti aggradano, ce ne sono altre migliaia in giro per la Rete da cui puoi trarre maggiori soddisfazioni. Anche perché mi sembra che di spunti di riflessione, tecnici o meno, qui ce ne siano già abbastanza. Sarà difficile scoprire i punti in comune, continuando a parlare di argomenti tutto sommato marginali rispetto al tema cardine del blog.

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.