Perché sto correndo dalla parte sbagliata e sono con le spalle al muro

Come ogni anno, sotto Natale, vi faccio un piccolo regalo.

Quest’anno si tratta di un breve divertissement che nasce dal mio recente viaggio a New York, e che ha a che fare con la città e con i supereroi Marvel. Se vi va di leggerlo, cliccate qui.

Buona lettura e buone vacanze. Non farò consuntivi del 2018: per carità di Dio, alle soglie dei 50 me ne guardo bene. Vi auguro invece un felice 2019 con un affettuoso consiglio: se avete un qualche interesse a essere felici, ricordate sempre che non siete il centro del mondo o dell’universo, che il mondo non ce l’ha con voi (il mondo mediamente nemmeno si accorge che esistete) e che non tutto quello che accade è necessariamente riferito a voi, nel bene e nel male.

E, in ultimo, convincetevi di una verità inoppugnabile: nessun fallimento altrui avrà mai il magico potere di mitigare il vostro.

Un abbraccio dal vostro affezionatissimo blogger.


La canzone della clip è: “Tenth avenue freez-out”, di Bruce Sprigsteen, tratta dal magnifico “Born to run” del 1975. Uno dei dischi più importanti della storia del rock per accompagnare la mia piccola storia.

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.